• Riflessi argentati

Riflessi argentati

Il gruppo finanziario J&T ha ristrutturato i suoi uffici centrali a Bratislava, in Slovacchia, nel 2010. Il progetto è stato affidato a Mimolimit, prestigioso studio ceco di architettura e design. Il trattamento decorativo della luce è uno dei concetti essenziali di questo edificio di uffici con facciate di vetro e ampie viste su zone verdi.

Jean Nouvel e Olafur Eliasson

La caratteristica più identificabile del progetto è l'utilizzazione di elementi speculari sui soffitti della maggior parte degli spazi, come finiture o come lampade. Recupera un'idea presente nell'opera dell'architetto francese Jean Nouvel: il soffitto come protagonista dello spazio, attraverso l'uso di materiali riflettenti o di immagini disegnate. Partendo da questo protagonismo del soffitto, il progetto di Mimolimit sembra voler vincolarsi in modo più diretto con le installazioni di soffitti a specchio dell'artista Olafur Eliasson.

Il risultato è uno spazio sofisticato, brillante e acquoso, di limiti diluiti grazie ai riflessi e alla diffusione della luce che producono. Sono spazi con un certo fascino barocco, prodotto da sovrapposizioni speculari degli elementi pendenti, e anche dalla proiezione delle sue forme nei motivi del pavimento.

Insieme alla volontà di generare un certo impatto estetico, sia nell'opera di Nouvel sia in quella di Eliasson c'è un adattamento delle risorse utilizzate alla situazione funzionale concreta. La sensazione che ci dà questo progetto, invece, è che sia prevalso il fascino per un'immagine su certi aspetti funzionali intrinsechi agli spazi disegnati, spazi di riunione e lavoro, facendo così perdere chiarezza e potenza all'insieme in generale, e alla singolare illuminazione decorativa in particolare.

 

Sito del progetto: mimolimit

Altre foto