• Meraviglie d'Oriente

Meraviglie d'Oriente

Quando l'illuminazione decorativa è capace di adeguarsi a diversi spazi ed esigenze, ha già raggiunto un traguardo. Ma quando riesce a piegarsi anche alle esigenze proprie di un'altra cultura e Paese, ha compiuto un ulteriore passo verso l'ideale. Ecco la sfida di Giogali, il sistema modulare di illuminazione decorativa dell'architetto e designer Angelo Mangiarotti: i ganci di vetro realizzati da Vistosi sono, infatti, sbarcati in Giappone, dove il nome di Mangiarotti non è affatto nuovo.

Qui, Giogali e Giogali 3D sono diventate materia creativa di tre designer di primo piano sulla scena nipponica: Motomi Kawakami, che ha aperto il proprio studio di design nel 1971, dopo aver terminato un tirocinio presso lo studio di architettura di Mangiarotti a Milano; Atsushi Kitagawara, professore all'Università delle Arti di Tokyo dal 2005, che dirige il proprio studio di architettura dal 1982; Kazuko Akamatsu, co-fondatrice, con Kazuhiro Kojima, dello Studio C+A di Tokyo. Le loro installazioni sono al centro del primo evento "Vistosi meets Design" in Giappone con la in collaborazione con Luminabella.

500 anni di esperienza nell'artigianato del vetro incontrano il design giapponese

Nel tempio del design di Tokyo, l'Axis Symposia di Tokyo, dal 24 al 26 ottobre, Vistosi presenterà insieme alle creazioni di Giogali, il suo marchio e il vetro di Murano, con l'obiettivo di creare nuove collaborazioni con architetti e aziende giapponesi. Ma, in futuro, questo sarà il format su cui si baseranno le intese con architetti e designer di tutto il mondo, ai quali verrà chiesto di reinterpretare il vetro secondo la propria sensibilità.

 

TAGS: giogali
ARTICOLI CORRELATI
Giogali 3D

La riedizione di Giogali rende questa lampada ancora più versatile

>>